Leggi il post
Tempo di lettura: 2 minuti

Pubblicare, oggi, un Manuale dell’e-Learning è un atto coraggioso. Sistematizzare la storia e le fondamenta metodologiche dell’arte di insegnare e imparare online, unendovi un forte apparato tecnico-didattico, è un contributo importante.

Come scrive giustamente Antonio Fini nella prefazione di questo libro parlare di e-learning in questo preciso momento storico è quanto mai una delle cose più azzardate che ci possa essere.

Il manuale dell’e-Learning di Matteo Uggeri affronta in modo sistematico e rigoroso un argomento oggi bollente all’interno della Scuola, che come spesso accade in questo ambiente, si divide in un perenne aut aut tra i fautori del digitale, come strumento didattico da integrare, e chi invece sostiene una depauperazione e appiattimento delle competenze.

Il libro

Il volume è strutturato in modo tale sia da leggersi dall’inizio alla fine, vi assicuro ne vale la pena, oppure andando direttamente alle sezioni e i capitoli di proprio interesse essendo diviso in 4 macro argomenti:

  • Scoprire l’e-Learning: storia, metodologie, ruoli
  • Fare l’e-Learning: mezzi, strumenti e piattaforme
  • Coltivare le relazioni dell’e-Learning: coinvolgere, osservare, valutare
  • Orientare l’e-Learning: strategie, etica e scenari

Non mancano poi all’interno del libro esempi concreti e buone pratiche da replicare. “Si tratta di un tentativo – sostiene Matteo Uggeri – di portare a conoscenza e diffondere un’idea di apprendimento supportato dal digitale in un’ottica incentrata sulla relazione. Il libro contiene, tra gli altri, un capitolo dedicato alla gamification ed uno sull’Open Education come strumento per la giustizia sociale.”

Genitori

Se pensate che la DaD sia solo un brutto momento che stanno vivendo i vostri figli probabilmente sarebbe interessante leggere tutta la parte dedicata alla storia dell’e-learning. Un ricco percorso metodico all’interno delle varie esperienze di formazione a distanza che si sono succedute negli anni a partire dal 1800.

Certamente pure la lettura delle altre parti potrebbe essere un ottimo stimolo per trovare delle strategie in modo tale da sostenere i propri figli in questa delicata fase educativa e formativa.

Insegnanti

I docenti in questo volume possono trovare una ricchezza immensa di contenuti. Dall’analisi delle varie piattaforme, passando attraverso la strutturazione dei contenuti fino ad arrivare agli strumenti, online e non, che si possono utilizzare per aumentare il coinvolgimento.

Come spesso viene sottolineato nella didattica non conta solo lo strumento ma è di fondamentale importanza il metodo. La quarta parte del libro è una eccezzionale raccolta di strategie e buone pratiche da utilizzare nella formazione a distanza.

Docente, formatore e facilitatore nel campo ICT. Cofondatore del coderdojo il Tione (Verona), si occupa da diversi anni di accompagnare bambini, ragazzi e adulti alla scoperta del mondo digitale in modo consapevole

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x

TERMINI DI RIPUBBLICAZIONE

Puoi ripubblicare questo articolo online o in formato cartaceo con la nostra licenza Creative Commons. Non puoi modificare o accorciare il testo, devi attribuire l'articolo a Si Fa Scuola e devi includere il nome dell'autore nella tua ripubblicazione.

In caso di domande, inviare un'e-mail antonio.faccioli@soluzioniopen.com

License

Creative Commons License Attribution-NonCommercial-ShareAlikeCreative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike
DaD, DID, FAD ed e-Learning