Leggi il post
Tempo di lettura: < 1 minuti

Siamo giunti all’ultima tappa del nostro viaggio alla scoperta di Jamboard.

Dopo aver parlato in generale delle sue funzionalità, aver creato insieme una Jam e aver visto gli strumenti di condivisione e collaborazione, oggi rivolgiamo la nostra attenzione alla versione app.

Disponibile per i sistemi operativi Android e iOS, possiamo utilizzare la lavagna digitale di Google anche sui dispositivi mobili.

Il primo passo è accedere allo store (Play Store o Apple Store) del nostro smartphone o tablet e procedere al download dell’applicazione.

Funzionalità

Sono presenti, come per la versione browser, i pulsanti che permettono di scrivere, evidenziare, eliminare, selezionare, inserire note ed immagini e aggiungere fogli.

Troviamo, però, altre funzionalità interessanti, come: aggiungere file archiviati in Google Drive, inserire immagini e video realizzati al momento, aggiungere stickers, esportare la Jam in formato immagine o pdf per condivisione del file tramite posta elettronica.

Perchè utilizzare Jamboard app?

Il principale vantaggio della versione app di Jamboard è il fatto di poter lavorare alla nostra Jam in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, eliminando il vincolo dell’utilizzo del pc.

Per piccoli ritocchi, brevi controlli, aggiungere immagini realizzate in modo istantaneo o anche solamente per evitare di lavorare su più schede del browser, Jamboard app è un valido supporto sia per il docente, nella preparazione della lezione, sia per gli studenti, che possono lavorare in gruppo, creare progetti condivisi e in collaborazione da presentare alla classe, anche in didattica a distanza.

Ecco un breve video, che mostra l’utilizzo di Jamboard app.

Laureata in lettere e appassionata di letteratura, da qualche anno strizzo l’occhio all’informatica e al digitale, tanto da farne una professione.
Mi occupo di insegnamento di programmi d’ufficio, digital marketing e tecnologie digitali.
Cerco sempre di rendere l’apprendimento dinamico, a tratti giocoso, invitando chi mi ascolta a provare, riprovare e sperimentare.
La pratica e la voglia di mettersi in gioco sono, per me, gli elementi fondamentali per imparare.

REPUBLISHING TERMS

You may republish this article online or in print under our Creative Commons license. You may not edit or shorten the text, you must attribute the article to Si fa scuola and you must include the author’s name in your republication.

If you have any questions, please email antonio.faccioli@soluzioniopen.com

License

Creative Commons License AttributionCreative Commons Attribution
Jamboard app