Leggi il post
Tempo di lettura: 2 minuti

La polemica intorno a TikTok, che ha visto di recente anche l’intervento del Garante Privacy sembra essersi smorzato. Abbiamo chiesto a TikTok di verificare che i suoi utenti avessero 13 anni e adesso come genitori e insegnanti ci sentiamo più tranquilli. Pur sapendo che in molti casi i nostri ragazzi hanno banalmente barato sull’età la prima volta e magari hanno continuato a farlo anche alla seconda richiesta sul quando sei nato.

Ma davvero è solo questione di età? O, da educatori, piuttosto che pensare agli aspetti “legali” e “contrattuali”, dovremmo chiederci TikTok come?

Se farete questa domanda ai ragazzi, vi diranno che il problema non è tanto l’età, quanto quello che scegliamo di guardare. Da genitori e insegnanti, poi, sappiamo che ciò che di pericoloso c’è su un social molto probabilmente c’è anche su altri social (e soprattutto che chiuso uno, il rischio si sposterebbe altrove).

Ecco, allora, che su Sifascuola, vorremmo iniziare un viaggio dentro al meglio di TikTok (e di altri social network) per far comprendere che la domanda non è mai TikTok sì o no, ma TikTok come?

Il caso Greta Galli

Se volete iscrivervi a TikTok per farvi un’idea dei contenuti o se avete un ragazzo o una ragazza da guidare, si può sbirciare il profilo di Greta Galli, presente anche su Instagram. Sicuramente non l’unico ricco di video interessanti.

197mila sono i follower di @gretagalli02 e oltre 3,7 milioni di “cuori”, ovvero “mi piace” collezionati. Il primo video caricato un ironico dito medio fatto con una mano robotica, probabilmente realizzato per incuriosire i tanti e le tante persone che hanno iniziato a seguirla e alle quali Greta spiega come realizzare non solo la mano robotica con le Lego, ma anche come realizzare tanti altri oggetti anche con Arduino.

I video, come tutti quelli di TikTok, sono di un solo minuto e a volte, per i lavori più complessi, vengono realizzate più “puntate” in un viaggio tra circuiti, LED, programmazione che invita i ragazzi e le ragazze a sperimentare, provare, costruire. Un bel viaggio, insomma, da fare insieme con i ragazzi.

E' analista, programmatrice e formatrice. Giornalista per passione, scrive quasi esclusivamente di tecnologia. Ma prima o poi cambierà tema. O forse no.

REPUBLISHING TERMS

You may republish this article online or in print under our Creative Commons license. You may not edit or shorten the text, you must attribute the article to Si fa scuola and you must include the author’s name in your republication.

If you have any questions, please email antonio.faccioli@soluzioniopen.com

License

Creative Commons License AttributionCreative Commons Attribution
TikTok sì, o TikTok no?